Archivi tag: ANMCO

Massimo Grimaldi: cardiologo al TOP per il 2017

Mago per i medici, Santo per chi soffre

Foto dal WEB Grimaldi TOP

I nostri lettori che hanno partecipato al questionario sul “Gradimento della Sanità pugliese” non hanno sbagliato. L’esame dei dati ha decretato onore ai medici e alle  strutture di eccellenza, giudizio complessivamente negativo per amministratori e decisori politici. Sulla seconda parte niente commenti, meglio non sparare sulla Croce Rossa, mentre, a conferma dell’esattezza del primo giudizio, è silenziosamente planato in Puglia un prestigioso riconoscimento all’eccellenza cardiologica, il “Top doctors awards”, premio nato negli Stati Uniti e ora consegnato anche in Italia.

E’ italiano, è pugliese, risiede a Bari e lavora nell’Ospedale ecclesiastico di Acquaviva: calici in alto e brindiamo a Massimo Grimaldi, cardiologo “Top doctors award” per il 2017.

Massimo Grimaldi, laureato, specializzato e dottore di ricerca nell’Università di Bari è responsabile dell’Unità di Aritmologia dell’ospedale Miulli di Acquaviva delle Fonti. Ha frequentato corsi di alta specializzazione in Europa e USA ed ha all’attivo oltre 7000 procedure di ablazione e impianto defibrillatori. E’ presidente regionale dell’ANMCO, associazione nazionale cardiologi ospedalieri ed è impegnato nel sociale e nello sport, come non ricordare le 2 edizioni di Running Heart a Bari. E’ considerato “mago dell’ablazione” per i colleghi cardiologi, “beato”, non vogliamo insistere con la qualifica di santo, per i tanti pazienti portatori di aritmie gravi e dalla prognosi infausta cui ha cambiato la  vita aumentandone qualità e quantità. Per eseguire un’ablazione, alla preparazione bisogna aggiungere nervi d’acciaio e tanto, tanto equilibrio psico fisico, proprio come i piloti Top Gun e al dott. Grimaldi queste qualità non mancano.

Running Heart 2017
Running Heart 2017

I Top doctors awards rappresentano il premio all’eccellenza medica che gli stessi medici assegnano ai colleghi specialisti, dopo attenta, accurata e lunga osservazione per oltre un anno. Per accedere alla selezione è necessario essere segnalati da un collega, solo il 10% supera la prima selezione ed entra a far parte di una ristretta rosa di canditati da valutare per l’assegnazione del titolo di Top Doctor. Alta formazione, umanità e disponibilità oltre il dovere, sono i requisiti per accedere alla prima selezione.

La consegna del premio è avvenuta il 16 maggio, negli spazi dell’ente ecclesiastico, alla presenza di Monsignor Domenico Laddaga, delegato del vescovo, di Fabrizio Celani, direttore sanitario del Miulli, Tommaso Langialonga, primario dell’Unità di Cardiologia del Miulli, Giuseppe De Lillo, direttore Operations del Miulli e dei referenti di Top doctors.

I complimenti al dott. Massimo Grimaldi da Il Corriere nazionale.net, Polis notizie.it e AMA Cuore Bari.

redazione@corrierenazionale.net

29 articolo 2018

http://www.polisnotizie.it/2018/05/19/massimo-grimaldi-cardiologo-al-top-per-il-2017/

http://www.corrierenazionale.net/2018/05/19/massimo-grimaldi-cardiologo-al-top-per-il-2017/

 

Cardiologi a congresso a Bari: luci e ombre della sanità pugliese

Congresso congiunto ANMCO SIC Puglia e Basilicata

Guglielmi 6 aprile 2018 b Guglielmi 6 aprile 2018 c Guglielmi 6 aprile 2018 Guglielmi 6 aprile 2018 a

Terminato il Congresso di Cardiologia ANMCO-SIC Regioni Puglia e Basilicata 2018

Dai medici e dai cittadini un forte richiamo alla politica per essere più vicina a chi soffre

BARI – A Massimo Grimaldi e a Giacinto Calculli, presidenti ANMCO per la Puglia e la Basilicata, il merito di aver organizzato un evento di grande rilevanza scientifica e didattica. Dal 5 al 7 aprile, in 3 giorni d’intensi e proficui lavori, con sessioni interattive e presentazione di casi clinici, sono state discusse le tante novità per prevenzione, diagnosi e cura delle malattie cardiovascolari. Tecniche incruente, ecocardiografia, scintigrafia, risonanza magnetica e metodiche interventiste di emodinamica ed elettrofisiologia, permettono oggi di trattare cardiopatie anche gravi senza “tagliare il torace” e anestesia generale. Le armi a disposizioni dei cardiologi sono tante: stent per coronarie e vasi periferici, microchip per il rilevamento anche per anni di aritmie, mini pace maker senza fili, valvole cardiache poste a paziente sveglio, con riduzione di giornate di degenza, disagi e costi. Le letture magistrali tenute dai massimi esperti nazionali in materia, come non segnalare quelle di Matteo Di Biase sulla morte improvvisa, di Andrea Maria D’Armini sul trattamento chirurgico dell’ipertensione polmonare tromboembolica e l’esposizione di casi clinici affidata a giovani cardiologi, molto apprezzata Rita Musci, hanno visto consolidato quell’ideale legame che da decenni unisce le generazioni di cardiologici in Puglia e Basilicata. Commozione ha suscitato il ricordo della Prof.ssa Giuseppina Biasco, indimenticabile maestra di cardiologia della Scuola di specializzazione dell’Università di Bari formata e diretta per decenni dal Prof. Paolo Rizzon, con l’assegnazione del premio a lei dedicato.

Grande interesse ha prodotto la tavola rotonda sulla sanità in Puglia moderata da Daniele Amoruso. Le Associazioni pazienti, presente la delegazione di AMA Cuore, e Cittadinanzattiva davanti a Enzo Magistà, direttore di Telenorba e Giovanni Gorgoni, commissario straordinario ARES Puglia, hanno manifestato il disagio e la difficoltà dei cittadini per l’accesso a cure e servizi. Non è certo positivo il giudizio espresso da quanti hanno risposto al questionario sul Gradimento della sanità in Puglia, proposto da Polisnotizie.it, Il Corriere nazionale.net e AMA Cuore. Le inaccettabili liste d’attesa, i Pronto soccorso paragonati a gironi danteschi, la burocrazia, i viaggi della speranza fuori regione, l’insufficiente numero di operatori sanitari e la mancata riconversione dei presidi ospedalieri soppressi, sono le espressioni di una politica regionale che non è molto vicina a chi chiede aiuto e non sembra confrontarsi con i veri addetti ai lavori. Gli stessi medici richiamano politici e amministratori a controlli mirati, revisione dei tetti di spesa per le strutture efficienti, maggiore attenzione e rigore per la destinazione delle poche risorse economiche a disposizione.

 

20 articolo 2018 http://www.polisnotizie.it/2018/04/07/cardiologi-a-congresso-a-bari-luci-e-ombre-della-sanita-pugliese/

 

 

La Cardiologia del futuro parte da Bari

Specialisti a Congresso per tecnologie avanzate    e farmaci efficaci

emodinamica cardiologia ospedaliera (2)

Di Riccardo Guglielmi

Dal 5 al 7 aprile, inizio ore 8.30 presso Villa Romanazzi Carducci, si svolgeranno i lavori del congresso annuale congiunto ANMCO-SIC Regioni Puglia e Basilicata 2018. Sono previste 18 sessioni interattive con discussione di casi clinici per affrontate le più importanti novità in ambito cardiologico: prevenzione, farmaci, metodiche invasive come il trattamento delle aritmie gravi e il posizionamento di valvole cardiache senza interventi di cardiochirurgia e lunghe anestesie.

«Particolare attenzione – afferma Massimo Grimaldi, presidente regionale dei cardiologi ANMCO – è stata dedicata alla gestione delle Unità di terapia intensiva e alle emergenze cardiologiche. Argomenti come defibrillatori e morte improvvisa, sempre presente nella cronaca, nuove terapie per diabete, ipertensione, ipercolesterolemia, rischio embolico e scompenso cardiaco avanzato, saranno trattati in 6 letture magistrali tenute dai massimi esperti in materia».

Grande novità del congresso è la tavola rotonda aperta alla cittadinanza, il 6 aprile, inizio ore 12. Argomento è “La Sanità in Puglia”. Davanti a giornalisti e politici, invitato il Presidente della Regione Emiliano, sarà data voce ad Associazioni pazienti e Cittadinanza attiva.  La nostra sanità regionale, con tante ombre e poche luci deve produrre salute,  diritto fondamentale per i cittadini. L’appello ad amministratori e politici è che identifichino la salute pubblica in bene comune e ricchezza per l’intera società.

Sono previsti, inoltre, tre concorsi: elettrocardiografia, ecocardiografia e casi clinici. L’evento ha valore formativo per medici e professioni sanitarie.

Bari 31.03.2018

Congresso ANMCO SIC 2018 a

Riccardo Guglielmi

La Cardiologia del futuro parte da Bari

 

 

 

 

Bari Running Heart 2018 – Commenti Foto e Video

Conclusa Running Heart 2018: vincitori Guastamacchia e Labianca

 AMA Cuore dona un defibrillatore all’ADS Atleticamente Modugno. Ha corso il Sindaco con il pettorale n°1  

Insert Riccardo Guglielmi

A Bari un evento che ha saputo coniugare sport, salute, solidarietà e ricordo del Gen. Marzulli, comandante della Polizia metropolitana, scomparso da pochi giorni. Primo nella 9,30 Km Rodolfo Guastamacchia di Atleticamente Modugno. Francesca Labianca della Società Atletica Locorotondo vince per le donne.

Massimo Grimaldi, cuore pulsante dell’evento e presidente ANMCO al termine della gara competitiva, cui ha partecipato ottenendo un buon piazzamento, ha commentato: «I riflettori sulla prevenzione cardiovascolare non si devono spegnere mai. Amministratori, medici, associazioni del volontariato devono sedersi attorno a un tavolo e creare sinergie operative per una cardiologia più efficace efficiente e umana».

Non è mancata la solidarietà. AMA Cuore Bari, l’Onlus che con i suoi volontari offre aiuto psicologico e sociale a quanti hanno vissuto un “incidente” cardiovascolare, ha donato un defibrillatore all’ADS Atleticamente Modugno prima per numero d’iscritti.  «Nel nostro piccolo – sono le parole del presidente Francesco Pastanella- vogliamo implementare la cultura della sicurezza quando si fa sport a qualsiasi livello, agonistico, amatoriale o ludico ricreativo» .

Prima della premiazione è salito sul palco Carlo D’Agostino, direttore della Cardiologia Ospedaliera del Policlinico di Bari, che ha mostrato le tecniche di primo soccorso e di defibrillazione in caso di arresto cardiaco.

«Oltre 1500 persone – riferisce Rino Piepoli dell’ASD Bari Road Runners Club e responsabile dello staff organizzativo – hanno partecipato alla manifestazione. Abbiamo visto correre il Sindaco di Bari Antonio Decaro con il pettorale n°1 e commovente è stato il ricordo del Comandante Marzulli da parte dei Vigili Urbani che hanno corso con uno striscione e fiocco nero sulla maglia».

«Nessun incidente – puntualizza Riccardo Guglielmi, medico responsabile della gara – durante i due percorsi. Tra i partecipanti operati al cuore, portatori di pace maker o di stent coronarici, qualcuno in fibrillazione atriale ma in regolare terapia anticoagulante. Gli atleti della competitiva, tesserati FIDAL, amatori e master, erano tutti in regola con il tesseramento e le disposizioni di legge riguardante la certificazione medica».

I cittadini sanno bene che nelle Cardiologie Ospedaliere si gioca per vincere, non per partecipare e riconosce a medici e infermieri un attaccamento, oltre il proprio dovere, al lavoro che svolgono con impegno passione e spirito di servizio.

VIDEO COMPLETO a cura di Lucio Costantini

https://www.youtube.com/watch?v=fQr1F220qBE

Conclusa Running Heart 2018: vincitori Guastamacchia e Labianca

GALLERIA DI IMMAGINI

2018-02-18-PHOTO-00000011

2018-02-18-PHOTO-00000012

2018-02-18-PHOTO-00000013

2018-02-18-PHOTO-00000014 2018-02-18-PHOTO-00000015 2018-02-18-PHOTO-00000016 2018-02-18-PHOTO-00000017 2018-02-18-PHOTO-00000018

2018-02-18-PHOTO-00000019 132934636-c3ff7874-1904-492f-8e67-d64c998a4542 andrea

DSC_2288

DSC_2295

DSC_2311

DSC_2316

Little DSC_2288 - Copia

Little DSC_2295 - Copia

Little DSC_2311 - Copia

Little DSC_2316 - Copia

Running Heart palco 2018

redazione@corrierenazionale.net

Bari 18 febbraio 2018