Archivi tag: ANMCO

Oggi è la Giornata del Cuore

In Italia si muore meno per infarto e scompenso

Anche in piena pandemia Covid non si ferma l’attività dei cardiologi italiani

Di Riccardo Guglielmi

Le campagne di prevenzione, interrotte per l’attuale situazione, ricordiamo l’ultima, di questo anno da dimenticare, a Bari Running Heart, la Corsa del Cuore del 16 febbraio, hanno prodotto in tutti questi anni meno morti per infarti e scompenso. Ora noi non  dobbiamo abbassare la guardia; dobbiamo continuare a rincorrere uno stile di vita corretto, non fumare, occhio al colesterolo, esercizio fisico costante. Negli ospedali pubblici e accreditati con il Servizio sanitario si continuano a svolgere procedure di rivascolarizzazione, angioplastiche e by pass, a impiantare pace maker, per assicurare una migliore qualità di vita alle persone malate, nella massima sicurezza per operatori e ricoverati.

L’ANMCO, quale Società Scientifica accreditata presso il Ministero della Salute con circa 5.000 iscritti, formata da Cardiologi italiani operanti nel Servizio Sanitario Nazionale, oggi 10.dicembre nella seconda giornata nazionale della Cardiologia lancia la campagna “CONTRO IL COVID E PER IL CUORE AL SERVIZIO DEL PAESE”. Obiettivi la promozione della buona prassi clinica, la prevenzione e la riabilitazione di malattie cardiovascolari attraverso proposte organizzative, educazione professionale e formazione.

È noto come la pandemia COVID-19 abbia determinato profondi cambiamenti nelle attività assistenziali ambulatoriali e di ricovero; per il nostro Servizio Sanitario Nazionale e per la Cardiologia in particolare, si presenta una sfida epocale. I medici Cardiologi ospedalieri, che in questi mesi hanno saputo fronteggiare la crisi pandemica con professionalità e con coraggio, sono riusciti a dimostrarsi indispensabili anche per il Servizio Sanitario Nazionale, pur se fortemente provati dall’emergenza del virus. I problemi del cuore, nonostante rappresentino tuttora la prima causa di morte nei Paesi industrializzati, rischiano di passare in secondo piano negli ultimi mesi a causa dell’emergenza COVID; sicché i Cardiologi ospedalieri dell’ANMCO, hanno inteso lanciare gli STATI GENERALI DELLA CARDIOLOGIA, puntando ad accendere i riflettori circa l’importanza delle patologie cardiovascolari e per tornare ad attribuire loro la necessaria attenzione. Ecco come alla luce delle evoluzioni pandemiche si sta celebrando la Seconda Giornata Nazionale della Cardiologia Ospedaliera, “per sollecitare tutti all’adozione di adeguati stili di vita, cercando di chiarire l’importanza rispetto ai regolari controlli cardiologici per permettere una diagnosi precoce, condizione necessaria perché siano possibili le migliori cure oggi a disposizione”. Proprio in questo contesto emergenziale, occorre meglio evidenziare gli straordinari progressi della Cardiologia italiana che hanno favorito negli ultimi anni una consistente riduzione della mortalità per infarto miocardico e scompenso cardiaco, contribuendo in modo determinante ad un allungamento della vita media nel nostro Paese. In definitiva, attraverso la Giornata del Cardiologo, si vuole lanciare un appello sull’importanza del prendersi cura del proprio cuore e si adotteranno le migliori azioni per informare e sensibilizzare sull’importanza della prevenzione delle malattie cardiovascolari. Bastano piccoli gesti e sane abitudini quotidiane.

 

42 articolo 2020

https://www.corrierepl.it/2020/12/10/oggi-e-la-giornata-del-cuore/

Massimo Grimaldi: cardiologo al TOP per il 2017

Mago per i medici, Santo per chi soffre

Foto dal WEB Grimaldi TOP

I nostri lettori che hanno partecipato al questionario sul “Gradimento della Sanità pugliese” non hanno sbagliato. L’esame dei dati ha decretato onore ai medici e alle  strutture di eccellenza, giudizio complessivamente negativo per amministratori e decisori politici. Sulla seconda parte niente commenti, meglio non sparare sulla Croce Rossa, mentre, a conferma dell’esattezza del primo giudizio, è silenziosamente planato in Puglia un prestigioso riconoscimento all’eccellenza cardiologica, il “Top doctors awards”, premio nato negli Stati Uniti e ora consegnato anche in Italia.

E’ italiano, è pugliese, risiede a Bari e lavora nell’Ospedale ecclesiastico di Acquaviva: calici in alto e brindiamo a Massimo Grimaldi, cardiologo “Top doctors award” per il 2017.

Massimo Grimaldi, laureato, specializzato e dottore di ricerca nell’Università di Bari è responsabile dell’Unità di Aritmologia dell’ospedale Miulli di Acquaviva delle Fonti. Ha frequentato corsi di alta specializzazione in Europa e USA ed ha all’attivo oltre 7000 procedure di ablazione e impianto defibrillatori. E’ presidente regionale dell’ANMCO, associazione nazionale cardiologi ospedalieri ed è impegnato nel sociale e nello sport, come non ricordare le 2 edizioni di Running Heart a Bari. E’ considerato “mago dell’ablazione” per i colleghi cardiologi, “beato”, non vogliamo insistere con la qualifica di santo, per i tanti pazienti portatori di aritmie gravi e dalla prognosi infausta cui ha cambiato la  vita aumentandone qualità e quantità. Per eseguire un’ablazione, alla preparazione bisogna aggiungere nervi d’acciaio e tanto, tanto equilibrio psico fisico, proprio come i piloti Top Gun e al dott. Grimaldi queste qualità non mancano.

Running Heart 2017
Running Heart 2017

I Top doctors awards rappresentano il premio all’eccellenza medica che gli stessi medici assegnano ai colleghi specialisti, dopo attenta, accurata e lunga osservazione per oltre un anno. Per accedere alla selezione è necessario essere segnalati da un collega, solo il 10% supera la prima selezione ed entra a far parte di una ristretta rosa di canditati da valutare per l’assegnazione del titolo di Top Doctor. Alta formazione, umanità e disponibilità oltre il dovere, sono i requisiti per accedere alla prima selezione.

La consegna del premio è avvenuta il 16 maggio, negli spazi dell’ente ecclesiastico, alla presenza di Monsignor Domenico Laddaga, delegato del vescovo, di Fabrizio Celani, direttore sanitario del Miulli, Tommaso Langialonga, primario dell’Unità di Cardiologia del Miulli, Giuseppe De Lillo, direttore Operations del Miulli e dei referenti di Top doctors.

I complimenti al dott. Massimo Grimaldi da Il Corriere nazionale.net, Polis notizie.it e AMA Cuore Bari.

redazione@corrierenazionale.net

29 articolo 2018

http://www.polisnotizie.it/2018/05/19/massimo-grimaldi-cardiologo-al-top-per-il-2017/

http://www.corrierenazionale.net/2018/05/19/massimo-grimaldi-cardiologo-al-top-per-il-2017/

 

Cardiologi a congresso a Bari: luci e ombre della sanità pugliese

Congresso congiunto ANMCO SIC Puglia e Basilicata

Guglielmi 6 aprile 2018 b Guglielmi 6 aprile 2018 c Guglielmi 6 aprile 2018 Guglielmi 6 aprile 2018 a

Terminato il Congresso di Cardiologia ANMCO-SIC Regioni Puglia e Basilicata 2018

Dai medici e dai cittadini un forte richiamo alla politica per essere più vicina a chi soffre

BARI – A Massimo Grimaldi e a Giacinto Calculli, presidenti ANMCO per la Puglia e la Basilicata, il merito di aver organizzato un evento di grande rilevanza scientifica e didattica. Dal 5 al 7 aprile, in 3 giorni d’intensi e proficui lavori, con sessioni interattive e presentazione di casi clinici, sono state discusse le tante novità per prevenzione, diagnosi e cura delle malattie cardiovascolari. Tecniche incruente, ecocardiografia, scintigrafia, risonanza magnetica e metodiche interventiste di emodinamica ed elettrofisiologia, permettono oggi di trattare cardiopatie anche gravi senza “tagliare il torace” e anestesia generale. Le armi a disposizioni dei cardiologi sono tante: stent per coronarie e vasi periferici, microchip per il rilevamento anche per anni di aritmie, mini pace maker senza fili, valvole cardiache poste a paziente sveglio, con riduzione di giornate di degenza, disagi e costi. Le letture magistrali tenute dai massimi esperti nazionali in materia, come non segnalare quelle di Matteo Di Biase sulla morte improvvisa, di Andrea Maria D’Armini sul trattamento chirurgico dell’ipertensione polmonare tromboembolica e l’esposizione di casi clinici affidata a giovani cardiologi, molto apprezzata Rita Musci, hanno visto consolidato quell’ideale legame che da decenni unisce le generazioni di cardiologici in Puglia e Basilicata. Commozione ha suscitato il ricordo della Prof.ssa Giuseppina Biasco, indimenticabile maestra di cardiologia della Scuola di specializzazione dell’Università di Bari formata e diretta per decenni dal Prof. Paolo Rizzon, con l’assegnazione del premio a lei dedicato.

Grande interesse ha prodotto la tavola rotonda sulla sanità in Puglia moderata da Daniele Amoruso. Le Associazioni pazienti, presente la delegazione di AMA Cuore, e Cittadinanzattiva davanti a Enzo Magistà, direttore di Telenorba e Giovanni Gorgoni, commissario straordinario ARES Puglia, hanno manifestato il disagio e la difficoltà dei cittadini per l’accesso a cure e servizi. Non è certo positivo il giudizio espresso da quanti hanno risposto al questionario sul Gradimento della sanità in Puglia, proposto da Polisnotizie.it, Il Corriere nazionale.net e AMA Cuore. Le inaccettabili liste d’attesa, i Pronto soccorso paragonati a gironi danteschi, la burocrazia, i viaggi della speranza fuori regione, l’insufficiente numero di operatori sanitari e la mancata riconversione dei presidi ospedalieri soppressi, sono le espressioni di una politica regionale che non è molto vicina a chi chiede aiuto e non sembra confrontarsi con i veri addetti ai lavori. Gli stessi medici richiamano politici e amministratori a controlli mirati, revisione dei tetti di spesa per le strutture efficienti, maggiore attenzione e rigore per la destinazione delle poche risorse economiche a disposizione.

 

20 articolo 2018 http://www.polisnotizie.it/2018/04/07/cardiologi-a-congresso-a-bari-luci-e-ombre-della-sanita-pugliese/

 

 

La Cardiologia del futuro parte da Bari

Specialisti a Congresso per tecnologie avanzate    e farmaci efficaci

emodinamica cardiologia ospedaliera (2)

Di Riccardo Guglielmi

Dal 5 al 7 aprile, inizio ore 8.30 presso Villa Romanazzi Carducci, si svolgeranno i lavori del congresso annuale congiunto ANMCO-SIC Regioni Puglia e Basilicata 2018. Sono previste 18 sessioni interattive con discussione di casi clinici per affrontate le più importanti novità in ambito cardiologico: prevenzione, farmaci, metodiche invasive come il trattamento delle aritmie gravi e il posizionamento di valvole cardiache senza interventi di cardiochirurgia e lunghe anestesie.

«Particolare attenzione – afferma Massimo Grimaldi, presidente regionale dei cardiologi ANMCO – è stata dedicata alla gestione delle Unità di terapia intensiva e alle emergenze cardiologiche. Argomenti come defibrillatori e morte improvvisa, sempre presente nella cronaca, nuove terapie per diabete, ipertensione, ipercolesterolemia, rischio embolico e scompenso cardiaco avanzato, saranno trattati in 6 letture magistrali tenute dai massimi esperti in materia».

Grande novità del congresso è la tavola rotonda aperta alla cittadinanza, il 6 aprile, inizio ore 12. Argomento è “La Sanità in Puglia”. Davanti a giornalisti e politici, invitato il Presidente della Regione Emiliano, sarà data voce ad Associazioni pazienti e Cittadinanza attiva.  La nostra sanità regionale, con tante ombre e poche luci deve produrre salute,  diritto fondamentale per i cittadini. L’appello ad amministratori e politici è che identifichino la salute pubblica in bene comune e ricchezza per l’intera società.

Sono previsti, inoltre, tre concorsi: elettrocardiografia, ecocardiografia e casi clinici. L’evento ha valore formativo per medici e professioni sanitarie.

Bari 31.03.2018

Congresso ANMCO SIC 2018 a

Riccardo Guglielmi

La Cardiologia del futuro parte da Bari