Archivi categoria: Spazio Ippocrate Medicina e oltre

Sessualità senza tempo. Arte & Medicina

13.04.2023 – Antonio Quarta Regista 

spazio ippocrate Logo Guglielmi

Si è appena concluso nell’ambito della rubrica “Spazio Ippocrate, Medicina e oltre”, un incontro virtuale sul tema: “Sessualità senza tempo, Arte & Medicina”.

Il Dott. Riccardo Guglielmi , specialista in Cardiologia e giornalista scientifico (ideatore e curatore della rubrica),ha intervistato il Dott. Umberto Palazzo – Biologo, esperto in progetti di Educazione Sanitaria e divulgatore di Storia della Sessualità – e il Dott. Antonio Vitarelli – Specialista in Urologia e Andrologia nonché docente di Chirurgia Ricostruttiva Urogenitale presso l’Università degli Studi di Bari (UNIBA) -.

Palazzo Foto Vitarelli

Presente in studio come editorialista l’Avv. Daniela Piesco – Giornalista e Condirettore del giornale online Radici -.

FOTO per archivio 3 puntata

L’evento, organizzato dall’A.N.I.M. (Associazione Nazionale Italiani nel Mondo), è stato trasmesso in diretta sulla pagina Facebook de IL CORRIERE NAZIONALE all’indirizzo https://www.facebook.com/IlCorriereNGiornale/ – e sarà distribuito in collaborazione con Retewebitalia.net.

https://www.facebook.com/IlCorriereNGiornale/videos/226831583342948/

https://m.youtube.com/watch?v=OS9YzSf2hjY

Locandina 3 puntata spazio ippocrate

Video completo della Puntata su Mio Canale di Riccardo Guglielmi

Clicca ———-> QUI

Cuore malato: 2 tempi in ospedale supplementari a casa

La cardiologia che vorrei. Da Spazio Ippocrate sempre messaggi di Buona Medicina

Ecco la seconda puntata

spazio ippocrate Logo Guglielmi

Di Riccardo Guglielmi e Daniela Piesco

La seconda puntata di Spazio Ippocrate, realizzata il 16 marzo,  ha avuto per titolo “Cuore malato: 2 tempi in ospedale supplementari a casa”. La metafora della partita di calcio è stata molto appropriata anche in coincidenza della gara serale della nostra Nazionale; dita nella piaga per i tifosi, visto l’esito.

Locandina 2 puntata

Nell’Ospedale, terapia intensiva e riabilitazione, spiegati i due tempi del titolo della puntata, medici e infermieri lottano per vincere e non per partecipare. A casa, con i tempi supplementari, si realizzano le condizioni per far aumentare il potenziale di salute residuo del cuore compromesso. Casa significa territorio ed è qui che devono essere indirizzati progetti e risorse per garantire cure efficienti ed efficaci.

Come tutte le puntate di Spazio Ippocrate anche questa è iniziata con lettura e breve commento di un paragrafo del Giuramento del medico di Kos. Il Giuramento di Ippocrate è la vera linea guida della morale e dell’etica a cui ogni medico deve ispirarsi nell’esercizio della professione. Il secondo paragrafo letto riguarda “difesa della vita,  tutela della salute fisica e psichica, trattamento del dolore e sollievo dalla sofferenza nel rispetto della dignità e libertà della persona cui, con costante impegno scientifico, culturale e sociale del medico”.

Fischio d’inizio e subito Domenico Carretta, Responsabile della Terapia intensiva e della Elettrofisiologia della Cardiologia ospedaliera “Luigi Colonna” del Policlinico di Bari, ha illustrato le prime cure che sono praticate a chi si ricovera in terapia intensiva coronarica. L’accesso è diretto tramite Pronto Soccorso e 118. Non esistono liste di attesa. A Carretta anche il merito dei controlli ambulatoriali dei portatori di Pace Maker e dei controlli dei dispositivi di telemedicina, nuova frontiera per la diagnostica delle sincopi.

Carretta 3

La palla è passata ad Andrea Passantino, Primario Cardiologo ICS Maugeri, IRCCS. Accoglienza, diagnostica, terapia, trattamenti riabilitativi in palestra e supporti psicologici di eccellenza, garantiscono quella continuità assistenziale tra medico e malato. Il paziente è stato dimesso dalle strutture ospedaliere. E’ a casa che si svolgono i tempi supplementari.

foto passantino

Pasquale Caldarola, Direttore della Cardiologia dell’Ospedale San Paolo di Bari e Capo Dipartimento delle Cardiologie ASL BA, ha illustrato il Progetto Ponte, un esempio di continuità di cure e assistenza tra ospedale e territorio. Il cardiopatico che entra nel Progetto Ponte sa quando e dove dovrà effettuare i controlli e quali indagini eseguire. Avrà sempre terapia aggiornata e personalizzata. Non dovrà accedere a liste di attesa. I controlli sono programmati e scadenzati dallo specialista che lo segue; il tutto tramite Servizio Sanitario Regionale, medicina difensiva assente.

Caldarola 2

Per ultimo, ma non meno importante, l’apporto del volontariato.  AMA CUORE BARI OdV ne è l’esempio pratico. L’associazione, grazie all’intuizione dei soci fondatori, Francesco Pastanella, Presidente e Andrea Armenise, Segretario, riunisce volontari che hanno saputo trasformare la malattia in risorsa. Tramite l’Auto Mutuo Aiuto, spiegato l’acronimo AMA, l’impegno di queste donne e questi uomini si riversa nell’implementazione della cultura della prevenzione, del corretto stile di vita, del supporto psicologico e dell’esercizio fisico.  Tutte le manifestazioni della Running Heart, promosse dall’ANMCO hanno visto la presenza attiva dell’associazione. Da segnalare è anche la donazione di defibrillatori a scuole e a quelle società sportive amatoriali che favoriscono l’esercizio fisico in minori e disabili.

AMA CUORE LOGO

Nella partita del cuore non si sentiranno mai i due fischi di chiusura. E’ una gara che non dovrà essere interrotta.  E come canta il grande Francesco De GregoriSi gioca per vincere e non per partecipare“. Ai nostri amministratori il messaggio di agire con progetti organizzativi, snelli e a burocrazia zero, nell’interesse esclusivo del cittadino malato. Un territorio ben organizzato, grazie anche alla rivalutazione del medico di medicina generale, riduce l’ingresso in ospedale e la spesa sanitaria. Prendiamo esempio dai medici intervistati e dai volontari di AMA Cuore Bari.

Nello Spazio oltre della puntatala : La pesatura del Cuore –  papiro egizio e  immagini di giovani artisti : A.G. e Benny (Benedetto Gemma)

pesa_del_cuore

La pesatura del cuore: il momento del Giudizio Divino secondo gli antichi Egizi. In termini tecnici si chiama psicostasia, la cerimonia dell’antica religione egizia a cui, secondo il Libro dei morti, veniva sottoposto il defunto prima di poter accedere all’aldilà.

Dopo l'ospedale

Benedetto Gemma Foto ridotta

Questa è la Buona Medicina di cui ci piace parlare e scrivere

Medicina è Cultura, Medicina è Tecnologia, Medicina è Umanità

Spazio Ippocrate Medicina e oltre non ha alcuno scopo di lucro. Doveroso il ringraziamento personale agli illustri ospiti che, accettando l’invito in un clima di reciproca stima e amicizia, diffondono messaggi positivi ai nostri lettori/spettatori con rigore scientifico e leggerezza comunicativa

—-> Ecco la registrazione dell’intera puntata

Per i lettori interessati alle puntate di Spazio Ippocrate consultare l’apposita playlist sul canale redazionale YouTube

2 puntata

Un ringraziamento al Direttore Antonio Peragine e al Regista Antonio Quarta senza il cui impegno la trasmissione non avrebbe visto natali

Prossimo appuntamento: Sessualità senza tempo. Arte & Medicina 13 aprile ore 18.00

https://www.corrierenazionale.net/2023/04/01/cuore-malato-2-tempi-in-ospedale-supplementari-a-casa/

 

Non vuoi andare in ospedale L’ospedale viene da te

Integrazione Ospedale Territorio negli ammalati cronici. L’arma vincente nella lotta alla cronicità.

Giovedì 30 giugno, inizio ore 17.30 si è svolta nell’Aula magna dell’Università LUM,  Casamassima Bari, la cerimonia di presentazione del corso “Organizzazione e gestione infermieristica delle cure palliative e pediatriche territoriali” riservato a 30 infermieri; un percorso didattico formativo di Assistenza Ospedale – Territorio. Una mano d’aiuto agli anziani con patologie croniche,  cardiopatici, neoplasici, bronco-pneumopatici e a soggetti di età pediatrica oncologici.

Dopo gli onori alle bandiere finalità e gli aspetti tecnici sono stati presentati dai relatori invitati. Il corso è stato promosso dal Rotary di Acquaviva – Gioia del Colle e dalla LUM.

“Nello spirito di service il Rotary – giuste parole del suo Presidente Vito Pappalepore – è riuscito, grazie alla disponibilità dei docenti dell’associazione e affiliati, a ridurre al minimo i costi di iscrizione. Previsto un programma formativo della durata di 50 ore con lezioni frontali e a distanza di minimo 5 ore, tutte registrate e rivedibili su un sito dedicato”.

«Le Cure Palliative – ha precisato Giuseppe Nettis,  Primario di Medicina interna a Mater Dei Hospital e Vice presidente della sezione Rotary – sono l’insieme degli interventi terapeutici, diagnostici e assistenziali rivolti alla persona malata e al suo nucleo familiare. Sono pazienti affetti dPresentazione corso Alta formazione LUM giugno 2022a malattie croniche, dalla prognosi peggiorativa ed evolutiva che necessitano di assistenza qualifica e umana»

Presentazione corso Alta formazione LUM giugno 2022 sem

Presentazione corso Alta formazione LUM giugno 2022