politrauma

Il paziente politraumatizzato

Il politraumatizzato: medicina e oltre a Bari il 2 dicembre

Medici, terapisti, psicologi e giornalisti accolgono e accettano la sfida

Una task force multispecialistica, integrata da esperti della comunicazione, ha accettato la sfida e si riunirà a Bari sabato 2 dicembre, ore 8.30-17.00, presso il Nicolaus Hotel, Via Cardinale Agostino Ciasca 27, per fare il punto sulla complessa gestione, chirurgica, riabilitativa e psicologica del paziente politraumatizzato.

Professionisti del calibro di R. Marvulli, E. Pierangeli, V. Scacco, E. Tongiani e R. Urso spiegheranno le attuali terapie mediche, chirurgiche e i nuovi protocolli riabilitativi. Obiettivo implementare nei partecipanti al corso la cultura di un più efficace ed efficiente approccio al politraumatizzato, in un percorso ideale che parte dall’urgenza in Pronto Soccorso, sosta nella degenza ospedaliera, si riassetta nella fase riabilitativa e termina con il reinserimento domestico, lavorativo e sociale. Particolare rilievo sarà dato ai traumi cranici e della colonna vertebrale, alle lesioni della mano. Graziella Zitelli curerà la gestione psicologica.

Particolari attenzioni sono state rivolte agli aspetti comunicativi e didattici da Roberto Urso dell’Ospedale Maggiore di Bologna, responsabile scientifico dell’evento e da Annamaria Venere di AVeventi e formazione, responsabile organizzativa e provider ECM. Nella sessione mattutina Riccardo Guglielmi modererà gli interventi e, vera novità in un evento scientifico, nel pomeriggio Salvo Falcone, giornalista, curerà un Talk show con la partecipazione di tutti i relatori.

Il corso ha valore formativo per medici, psicologi, infermieri e terapisti. Ingresso libero

Fonte: 74 articolo 2017 http://www.corrierenazionale.net/2017/11/28/il-politraumatizzato-medicina-e-oltre-a-bari-il-2-dicembre/

Scarica il pdf clicca —> politrauma_rev14

politrauma

Scarica il pdf clicca —> politrauma_rev14

Articolo di Cristina Negro 

Video realizzato da Cristina Negro – Fonte: Salvo Falcone

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *